Cappelletti di magro romagnoli

I cappelletti di magro romagnoli sono un classico primo piatto regionale tipico della tradizione romagnola. I Caplèt, come sono chiamati in Romagna, si possono preparare in numerosissime varianti, tutte diverse in base al ripieno. Ci sono farce di formaggi morbidi o soltanto di formaggio parmigiano, come avviene comunemente in tutta la Romagna, oppure ripieni a base di carni cotte che sono ulteriormente arricchite con mortadella e formaggi, come avviene nella tradizione emiliana.

Ingredienti per 6 persone:
Cappelletti di magro romagnoliper la pasta:
400 g di farina
4 uova
sale

per il ripieno:
140 g di formaggio di pasta morbida
140 g di ricotta
30 g di parmigiano reggiano
2 uova
1 presa di noce moscata grattugiata
sale

per il condimento:
60 g di burro
60 g di parmigiano reggiano

Preparazione dei cappelletti di magro romagnoli:
Mettete tutti gli ingredienti del ripieno in una ciotola, mescolateli in modo da amalgamarli perfettamente e lasciateli riposare.
Disponete la farina a fontana sulla spianatoia e versatevi nel centro le uova e una presa di sale; incorporate gli ingredienti, cominciando dal centro, e lavorateli energicamente per circa un quarto d’ora, fino ad avere un impasto sodo.
Fatene una palla e appiattitela leggermente; stendetela in una sfoglia sottile con il mattarello e ritagliatela con la rotellina dentata in tanti quadrati di circa 5 cm di lato.
Mettete nel centro di ogni riquadro un cucchiaino di ripieno, ripiegate la pasta a triangolo, premete tutt’intorno al ripieno, sovrapponete le due punte della base del triangolo, premetele e rivoltatele verso l’alto.
Cuocete i cappelletti in acqua bollente leggermente salata, scolateli e serviteli conditi con burro e parmigiano reggiano.

Cappelletti di magro romagnoliultima modifica: 2016-10-22T09:07:15+02:00da pallonate