Carciofi alla Romana

I carciofi alla romana sono un delizioso contorno facile da preparare, tipico della tradizione laziale. Si cucinano con un trito di prezzemolo e mentuccia che li rende morbidi e profumati. Per la preparazione di questa pietanza si possono pulire i carciofi in due modi: lasciando solo le foglie più chiare e tenere, per gustarli interamente, oppure eliminando solo le foglie più esterne e tagliando le punte, così da mangiare staccando le foglie e raschiando la parte terminale con i denti.

Carciofi alla RomanaIngredienti per 4 persone
8 carciofi romani
60 g. di prezzemolo
1 spicchio d’aglio
3 cucchiai di olio d’oliva
il succo di un limone
sale e pepe q.b.

Preparazione dei Carciofi alla Romana:
Sbucciate l’aglio, mondate il prezzemolo e la menta, tritateli finemente, aggiungete sale e pepe e metteteli in una ciotola con 2 cucchiai di olio mescolati con cura.
Mondate i carciofi, togliete le foglie esterne tagliate i gambi tenendoli lunghi 4 cm; tagliate quindi i carciofi a metà nel senso della larghezza ed eliminate la barba interna; lavateli e metteteli a bagno con acqua e limone.
Sgocciolateli, asciugateli, profumateli con il trito aromatico e chiudete leggermente le foglie rimaste.
In un tegame di terracotta sistemate i carciofi con i gambi rivolti verso l’alto, uno vicino all’altro.
Copriteli parzialmente con acqua, unite 1 cucchiaio di olio d’oliva, salate e coprite.
Portate a bollore, abbassate la fiamma e lasciate cuocere facendo evaporare completamente l’acqua (per circa 20-30 minuti).
Se non amate la menta eliminatela e profumate unendo, prima di spegnere la fiamma, qualche foglia di basilico.

Carciofi alla Romanaultima modifica: 2016-10-09T12:16:38+02:00da pallonate